Igiene e cura del cavallo

Igiene e cura del cavallo servono per eliminare polvere, insetti e incrostazioni di sudore nella zona della sella e delle cinghie del sottopancia.

Ma qual è il modo più completo e pratico per una corretta pulizia del cavallo?

igiene-e-cura-del-cavallo

Pulizia della criniera e della coda del cavallo

Chi possiede un cavallo sa bene che è un animale molto delicato che ha bisogno di cure e manutenzione continue. Il mantello, la criniera e la coda si sporcano facilmente con polvere, insetti e con il tempo possono perdere di lucentezza. Per operare una pulizia che sia efficace e allo stesso tempo duratura ci sono alcuni semplici passaggi accompagnati dall’utilizzo di prodotti specifici.

S’inizia con il pulire la criniera e la coda. Per districare queste parti del cavallo si possono utilizzare pettini con setole di gomma, plastica o metallo. In ogni caso quello a forma rotonda è il migliore per la criniera e la coda. Rimuovere lo sporco passando il pettine ripetutamente dall’alto verso il basso, con un tocco leggero e morbido, rilasserete molto il cavallo e il tutto delicatamente per evitare che si spezzino i crini. Terminare con l’uso di un lucidante a base di olio di Jojoba che oltre a lucidare, rende morbido e impedisce l’accumulo di polvere.

Pulizia del corpo

Passando al corpo, iniziare utilizzando una striglia di gomma che vengono costruite proprio per portare in superficie lo sporco che resta intrappolato sul nostro animale. Con movimenti vigorosi, brevi e circolari, dal collo verso il corpo, poi il posteriore e sotto la pancia, seguendo la direzione del pelo in modo da eliminare polvere, tracce di sporco o fango e pelo morto. Evitare il muso, la spina dorsale. Con una brusca a setole dure si spazzola con movimenti rapidi che entrano nel mantello e che raggiungono le zampe.

come-trattare-il-pelo-del-cavallo

Il muso e le orecchie

Infine utilizzare una spazzola a setole morbide, apposita per tutte quelle parti delicate come il muso e le orecchie per eliminare la polvere e poi con una spugna umida passarla sugli occhi. Ricordarsi di utilizzare spugne diverse nel caso in cui si debbano strigliare più cavalli in moda da evitare la diffusioni di eventuali malattie. Terminata, la districata e la strigliata non vi resta che passare alla lucidatura finale.

 

Ricordiamo comunque che per un pelo lucido e setoso oltre alla pulizia giornaliera conta molto anche l’alimentazione: nutrire il cavallo con foraggio di prima qualità cui si può aggiungere olio di fegato di merluzzo che evita l’accumulo di radicali liberi.

Igiene e cura del cavallo sono oltre che importanti per la salute del nostro cavallo anche momenti importanti per creare la giusta sintonia tra noi e il nostro animale.

Lascia un commento